Diaspri di Costa Scandella

 

Nel Complesso di Casanova si possono ritrovare affioramenti di diaspri in contatto stratigrafico sulle sequenze basaltiche. Quasi sempre i diaspri sono in corpi di modeste dimensioni, solo a Costa Scandella  il livello di diaspri raggiunge i 20 metri di spessore e si estende, con direzione W-E e relativa continuità, per quasi due chilometri. Questo livello di diaspri ricopre in giacitura normale dei basalti in pillows e rappresenta una delle rare occasioni in cui si conserva esposto il contatto stratigrafico tra le effusioni basaltiche giurassiche ed i successivi sedimenti silicei. I diaspri vengono a loro volta ricoperti in discordanza stratigrafica da un olistostroma argilloso a blocchi calcarei di età cretacica superiore, seguito stratigraficamente dalle arenarie torbiditiche del T. Dragonale di età campaniana inferiore (Villa e Zanzucchi, 1997).

Al contatto tra i basalti in pillows ed i diaspri si trovano circa 4 metri di argilliti e siltiti verdastre molto silicizzate. Questi depositi verdastri sono stati analizzati dal punto di vista micropaleontologico ed hanno rivelato un contenuto in radiolari ben preservati che permettono di attribuire questi sedimenti ad un’età un’età calloviana terminale-oxfordiana iniziale, leggermente più recente di quella dei diaspri liguridi interni che affiorano in Val Graveglia (Conti et alii, 1988).