FIGURA 3. Ricostruzione del prisma di accrezione che nel Cretacico terminale coinvolge porzioni di crosta oceanica, lembi di mantello e coperture sedimentarie molto deformate, delimitando una fossa dove si depositano le torbiditi dei flysch liguri esterni. In questa ricostruzione, tratta da Treves (1984), il piano di subduzione immerge verso ovest, altri autori ipotizzano invece una subduzione in senso opposto (Elter e Marroni, 1991).