Rocce vulcaniche di tipo andesitico

 

Le andesiti sono rocce effusive caratteristiche delle serie magmatiche orogeniche, sviluppate ampiamente nel vulcanesimo che accompagna il processo subduttivo dei margini convergenti.

Quando il processo di subduzione porta in profondità, sotto un margine di litosfera continentale, una placca litosferica oceanica, allora viene introdotta nel mantello profondo una grande quantità di H2O, proveniente dalla deidratazione dei molti minerali che si trovano nei basalti oceanici e nelle loro coperture sedimentarie. L’incremento della quantità di acqua favorisce un processo di fusione parziale del mantello e genera un magma che risalendo può anche assimilare prodotti di fusione crostale. Questo magma alimenta apparati vulcanici sulla placca continentale che è rimasta in posizione superiore, sviluppando un vulcanesimo di tipo calcalcalino, dominato da rocce andesitiche.

Sotto a questo tipo di vulcani, molto comuni nella Cordigliera delle Ande, nei settori più profondi della crosta continentale, si formano anche ammassi di rocce magmatiche intrusive, generalmente granodioritiche e granitiche.