Arenarie di Taveyanne

 

Questa formazione torbiditica di età eocenico-oligocenica fa parte della successione dei flysch del Dominio Elvetico ed affiora su una distanza di circa 500 km, dalla Savoia alla Svizzera orientale.

Le Arenarie di Taveyanne si caratterizzano per l’abbondanza nei clasti vulcanici, formati soprattutto da basalti, daciti e andesiti (dal 50 al 90%). Analisi petrografiche condotte su queste arenarie permettono di escludere che il materiale vulcanico in esse contenuto provenga da centri eruttivi prossimi al bacino deposizionale, si pensa invece che la sedimentazione sia stata dominata da un regime di correnti trattive.

Una possibile sorgente dei clasti vulcanici delle Arenarie di Taveyanne potrebbe configurarsi in un originario arco vulcanico orogenico che prima della collisione continentale Europa-Adria si sarebbe impostato sul paleomargine adriatico. La totale scomparsa di questo arco vulcanico e dei corrispondenti plutoni che verosimilmente lo avrebbero dovuto accompagnare, indicherebbe che il margine di placca su cui questi apparati magmatici erano impostati è stato successivamente consumato in profondità, durante la progradazione della subduzione alpina (Dal Piaz e Venturelli, 1983).